Osservatorio

osservatorio AIC pittogrammaosservatorio AIC logo

La realizzazione delle infrastrutture autostradali fra principio di leale collaborazione e fase ascendente. Brevi note sul contenzioso costituzionale che ha riguardato la c.d. Valdastico Nord (sentenze nn. 62/2011; 122/2013; 274/2013)

Visualizza

1. La c.d. Valdastico Nord (il tronco Trento-Valdastico-Piovene Rocchette di prolungamento verso nord dell’autostrada A31) è una delle infrastrutture italiane che ha maggiormente impegnato la Corte costituzionale nell’ultimo periodo. In particolare, vi sono state tre pronunce che hanno avuto ad oggetto quest’opera, originate da due conflitti intersoggettivi (sentt. nn. 62 del 2011 e 122 del 2013) e un giudizio in via principale (sent. n. 274 del 2013). Di queste, la decisione n. 122 del 2013 è senza dubbio la più interessante.
Tuttavia, occorre brevemente ripercorrere, a partire dalla sentenza n. 62 del 2011, i termini della vicenda. In questo primo conflitto intersoggettivo, veniva – fra l’altro – contestato, da parte della Provincia autonoma di Trento, l’inserimento della Valdastico Nord nel Programma Infrastrutture Strategiche di cui all’art. 1, comma 1, della legge 21 dicembre 2001, n. 443, senza che si fosse previamente dato luogo all’intesa con la Provincia autonoma, la quale, oltre a essere prevista da questa norma, sarebbe dovuta anche in virtù delle disposizioni attuative dello Statuto speciale (art. 19, lett. b, d.p.r. n. 381 del 1974). Nell’occasione, la Corte ha chiarito che non sono necessarie due intese (in virtù delle due disposizioni che la prescrivono), ma che la medesima intesa è (rectius: sarà) necessaria a doppio titolo per procedere alla realizzazione dell’infrastruttura. In ogni caso, veniva dichiarata cessata la materia del contendere, poiché nel Programma Infrastrutture Strategiche, 8° Allegato Infrastrutture, del settembre 2010, il Governo ha condiviso la fondatezza della pretesa della Provincia di Trento, secondo cui l’autostrada in contestazione dovesse essere preceduta dall’intesa.

NUMERO E ARGOMENTI:    
banner cacuccied
banner giappichelli
banner
banner
banner

L'Associazione Italiana dei Costituzionalisti è iscritta al Registro degli Operatori della Comunicazione a far data dal 09.10.2013 con n. 23897.
La rivista Osservatorio costituzionale è ivi registrata ai sensi dell'art. 16 della legge n. 62 del 2001. Direttore responsabile dell'Osservatorio costituzionale è il Prof. Gaetano Silvestri. Direttori scientifici dell'Osservatorio costituzionale sono il Prof. Beniamino Caravita di Toritto, il Prof. Nicola Grasso e la Prof.ssa Anna Mastromarino.


ilmiositojoomla.it