Osservatorio

osservatorio AIC pittogrammaosservatorio AIC logo

I costituzionalisti e le riforme: L’ENNESIMO "REVIVAL" DELLA GRANDE RIFORMA COSTITUZIONALE IN FUNZIONE PALINGENETICA

Visualizza

1. Basterebbe leggere quanto ha scritto di recente un notissimo opinionista ( Piero Ostellino, Il Corriere della Sera, sabato 21 giugno 2013 )  per capire per quale ragione, dopo oltre un trentennio di dibattiti, di proposte ( in un caso votate dal Parlamento, ma poi rigettate dal corpo elettorale in sede referendaria ) torni di nuovo ad occupare la scena politica l’idea di procedere ad una Grande Riforma della Costituzione, dalla quale si fa dipendere la soluzione dei gran parte ( se non di tutti ) i gravi problemi che affliggono il nostro Paese , peraltro nel quadro di una crisi che sta investendo da anni l’intera regione europea. Scrive dunque Ostellino: “ Abbiamo buttato via oltre sessant’anni di storia repubblicana, la parvenza di democrazia disegnata dalla stessa rabberciata Costituzione, che è peggiore del vecchio Statuto albertino. Bene che vada, ci vorrà più di qualche generazione prima che l’Italia diventi un Paese di democrazia matura “ ( il corsivo è mio ). A queste affermazioni sarebbe necessario replicare con più di una considerazione, che qui non posso nemmeno  impostare. Se le ho richiamate è perché mi sembrano emblematiche di un clima che si è venuto a creare nei decenni che ci stanno alle spalle ( almeno da tangentopoli in poi ) e al diffondersi del quale hanno contribuito in molti. Ostellino non è infatti né un nostalgico di passati regime autoritari, né un fautore dell’avvento di un regime men che democratico. 

NUMERO E ARGOMENTI:  
banner cacuccied
banner giappichelli
banner
banner
banner

L'Associazione Italiana dei Costituzionalisti è iscritta al Registro degli Operatori della Comunicazione a far data dal 09.10.2013 con n. 23897.
La rivista Osservatorio costituzionale è ivi registrata ai sensi dell'art. 16 della legge n. 62 del 2001. Direttore responsabile dell'Osservatorio costituzionale è il Prof. Massimo Luciani. Direttori scientifici dell'Osservatorio costituzionale sono il Prof. Giorgio Grasso e la Prof.ssa Anna Maria Nico.


ilmiositojoomla.it