Osservatorio

osservatorio AIC pittogrammaosservatorio AIC logo

Intervento alla tavola rotonda "Geopolitica, Cultura e Professioni: l’italiano e le altre lingue" nell’ambito del convegno sul tema "Il potere della lingua. Politica linguistica e valori costituzionali"

Visualizza

1.- Muoverei da un’affermazione impegnativa e volutamente provocatoria: visto che la filosofia del linguaggio, gli studi di linguistica comparata, le neuroscienze, la storia, tutte - insomma - le risorse analitiche a nostra disposizione ci dicono che il rapporto tra lingua e identità individuale e sociale è strettissimo, non vale la pena che su questo rapporto i giuristi continuino ad interrogarsi. E più produttivo, dunque, darlo per scontato e chiedersi, semmai, cosa sia opportuno fare, nella prospettiva del diritto, perché funzioni nel modo più corretto.
La piena consapevolezza del rapporto, del resto, ha trovato espressione anche in importanti arresti giurisprudenziali. Mi limito a citare soltanto una recente sentenza della Corte costituzionale (la n. 88 del 2011), nella quale si afferma che “la lingua [è] un elemento di identità individuale e collettiva di importanza basilare” e la costante giurisprudenza della cassazione penale, che, postosi il problema del diritto dell’imputato alla traduzione degli atti e delle udienze del processo nella lingua materna, ha affermato ch’esso è radicato nel presupposto che, se venisse compromesso, sarebbe compromessa la stessa identità dell’imputato.

NUMERO E ARGOMENTI:    
banner cacuccied
banner giappichelli
banner
banner
banner

L'Associazione Italiana dei Costituzionalisti è iscritta al Registro degli Operatori della Comunicazione a far data dal 09.10.2013 con n. 23897.
La rivista Osservatorio costituzionale è ivi registrata ai sensi dell'art. 16 della legge n. 62 del 2001. Direttore responsabile dell'Osservatorio costituzionale è il Prof. Massimo Luciani. Direttori scientifici dell'Osservatorio costituzionale sono il Prof. Giorgio Grasso e la Prof.ssa Anna Maria Nico.


ilmiositojoomla.it