Osservatorio

osservatorio AIC pittogrammaosservatorio AIC logo

IL SOVRAFFOLLAMENTO CARCERARIO TRA PROTEZIONE DEI DIRITTI FONDAMENTALI E DISCREZIONALITÁ LEGISLATIVA. (nota a Corte cost. n. 279/2013)

Visualizza


1. Il sovraffollamento carcerario: origine ed evoluzione del fenomeno

Gli ultimi decenni del ventesimo secolo sono stati segnati da un notevole aumento della popolazione carceraria italiana, tendenza che si è mantenuta inalterata anche nei primi anni Duemila.
Il c.d. “tasso di densità carceraria”, indicatore del sovraffollamento, evidenzia infatti, a partire dall'anno 2000, una costante crescita della popolazione detenuta (tranne un dato in controtendenza nell'anno 2006 dovuto all'indulto ), con una costante eccedenza numerica rispetto alla capienza regolamentare degli istituti di pena .
La ragione di tale fenomeno deve probabilmente ricercarsi nel tentativo di fornire una risposta alle sempre crescenti e pressanti istanze di sicurezza provenienti dalla società, derivanti dall'aumento (o dalla sua percezione) degli episodi criminosi, a causa del quale il legislatore si è fatto spesso portatore di una politica ispirata al criterio della c.d. “tolleranza zero”, con un crescente ricorso alla pena detentiva. Ciò in ragione di una netta prevalenza nel dibattito pubblico delle esigenze di tutela della collettività su quelle di protezione dei diritti fondamentali dei detenuti, con conseguente allontanamento dal c.d. “modello penitenziario europeo” imperniato sul principio della funzione rieducativa della pena . Così facendo, lo Stato (in contrasto con la propria natura di Stato di diritto) ha posto in secondo piano il proprio compito inderogabile di assumere “nei confronti di chi fa ingresso in carcere [...] una posizione di garanzia”  dei diritti fondamentali.
 

NUMERO E ARGOMENTI:    
banner cacuccied
banner giappichelli
banner
banner
banner

L'Associazione Italiana dei Costituzionalisti è iscritta al Registro degli Operatori della Comunicazione a far data dal 09.10.2013 con n. 23897.
La rivista Osservatorio costituzionale è ivi registrata ai sensi dell'art. 16 della legge n. 62 del 2001. Direttore responsabile dell'Osservatorio costituzionale è il Prof. Massimo Luciani. Direttori scientifici dell'Osservatorio costituzionale sono il Prof. Giorgio Grasso e la Prof.ssa Anna Maria Nico.


ilmiositojoomla.it